Sistema PosaClimaSistema RinnovaChi SiamoRete VenditaAziende PartnerGaranziaDownloadContatti

Iscrivendoti all’Area Riservata del nostro sito avrai la possibilità di:

  • scaricare gratuitamente tutta la documentazione;
  • essere sempre aggiornato su promozioni e novità (a seguito di esplicito consenso);
  • potrai partecipare a contest e vincere gadget utili alla tua attività

Registrarsi è semplice e veloce: ti consigliamo, quindi, di procedere subito con la tua registrazione per utilizzare al meglio il nostro sito.

Non appena il tuo account sarà attivato, riceverai una comunicazione tramite mail della corretta registrazione

Accedi oppure Registrati all'Area Riservata
Hai dimenticato la password?

Convegni di aggiornamento professionale (4h)

Il Convegni di aggiornamento professionale o Aper-informativo

 

Si tratta di un convegno di aggiornamento professionale della durata di 4 ore che tratta i seguenti argomenti:

  • Nuovi limiti di legge sulla trasmittanza termica UW del serramento e USB del cassonetto in vigore dal 1° ottobre 2015: chiarimenti e soluzioni
  • La nuova norma sulla posa in opera dei serramenti UNI 11673-1 parte 1: requisiti e criteri di verifica della progettazione della posa in opera.
  • La Ventilazione Meccanica Controllata con recupero di calore: la miglior soluzione per risolvere il problema della condensa, della muffa e per migliorare la qualità dell’aria in casa.

 

DECRETO DEI MINIMI 26 GIUGNO 2015

Sul Supplemento Ordinario n. 39 alla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 15 luglio 2015, è stato pubblicato il D.M. 26 giugno 2015, recante “Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici” entrato in vigore a partire dal 1 ottobre 2015. Questo decreto stabilisce i nuovi limiti energetici che devono essere applicati per legge all’involucro edilizio.

Cosa cambia per il serramentista con questa nuova legge?
Nel contesto dei serramenti, e più precisamente nel contesto della sostituzione delle finestre negli edifici esistenti, vengono posti nuovi limiti per la trasmittanza termica del serramento e dei suoi accessori.

Più in dettaglio il limite del valore Uw del serramento in funzione della zona climatica viene ridotto rispetto ai limiti imposti dal decreto 311/2006 ma soprattutto viene richiesto di rispettare un valore massimo di trasmittanza termica Usb anche per quanto riguarda il cassonetto.

Il Decreto legge, in una specifica tabella, riporta i valori di trasmittanza termica di entrambi gli elementi: a partire dal 1° ottobre 2015 questi valori sono diventati obbligatori.Come sempre accade pero, dopo la pubblicazione di nuove norme o leggi sorgono i dubbi interpretativi:

• devo rispettare il valore di Usb anche se non cambio il cassonetto?
• il valore richiesto di trasmittanza U della finestra e del cassonetto vanno considerati separatamente?
• ai fini della detrazione al 65% cosa cambia?
• chi deve fare la Dichiarazione Tecnica Finale che accompagna la fattura
• come deve essere fatto questo documento?

Finalmente nel mese di Agosto 2016, il Ministero dello sviluppo Economico ha pubblicato i chiarimenti che avevamo richiesto ed ora il quadro è più preciso.
Per fugare ogni dubbio e spiegare cosa si deve fare per rispettare la legge l’Accademia di Formazione per Serramentisti PosaClima ha organizzato uno specifico Aper-informativo, con l’obiettivo di dare in modo sintetico un quadro preciso degli obblighi e le indicazioni più semplici ed economiche per offrire ai vostri clienti la miglior soluzione.

Al termine del convegno, durante l’aperitivo, potrete incontrare i tecnici di PosaClima che risponderanno ad ogni vostra domanda e chiariranno ogni vostro dubbio.

Il corso è rivolto a: rivenditori o produttori di serramenti, addetti alla showroom, personale tecnico delle aziende serramentistiche, progettisti e venditori di finestre in genere, che devono suggerire ai propri clienti il giusto serramento rispettando i nuovi valori di trasmittanza termica imposti dalla legge.

 

NUOVA NORMA SULLA POSA IN OPERA UNI11673-1

 

Oggi tutti sanno che l’efficienza energetica di un serramento dipende dalla sua tenuta all’aria e dalla capacità isolante dei materiali che lo compongono.
Per questa ragione negli ultimi 10 anni si sono fatti molti progressi per migliorare queste caratteristiche sull’infisso ma tutto viene vanificato se la posa in opera non segue gli stessi principi.

Un buon serramento, posato male, infatti, rimane un buon serramento che però non funziona.

Da quando il Blower Door Test è divenuta una pratica diffusa, i difetti di posa si sono evidenziati come il vero anello debole per l’efficienza energetica del sistema serramento e per questa ragione il Comitato di Normazione Italiano ha deciso di scendere in campo elaborando una specifica norma da utilizzare per progettare e verificare la qualità dell’istallazione. Questa norma rappresenta una pietra miliare per definire la qualità globale del serramento e deve essere utilizzata sia nella fase progettuale che nella fase esecutiva. Eventuali contenziosi sulla efficienza termica del serramento e del suo aggancio al muro verranno infatti d’ora in poi verificati sulla scorta di quanto riportato nella Norma. Questo documento infatti disciplina sia la questione del ponte termico, che dei materiali e dei sistemi di realizzazione del nodo.

CONOSCERNE I DETTAGLI SIGNIFICA QUINDI EVITARE CONTEZIOSI E SOPRATTUTTO FARE MEGLIO IL PROPRIO LAVORO DI POSATORI.

Un confronto con i contenuti della norma è dunque obbligatorio per tutti coloro che si occupano di serramenti e della loro posa.

Per chiarire ogni dubbio e per dare delle soluzioni concrete l’Accademia di Formazione per i serramentisti PosaClima ha organizzato un ’Aper-informativo su questo tema, un’occasione per offrire in modo sintetico un quadro preciso sugli obblighi e sulle indicazioni più semplici ed economiche per affrontare correttamente la posa in opera dei serramenti.

Durante l’aperitivo finale, i partecipanti potranno incontrare i tecnici di PosaClima che risponderanno ad ogni domanda e chiariranno ogni dubbio.
Poiché una corretta posa in opera attiene sia ala parte tecnica che commerciale il corso è rivolto a tutti i rivenditori o produttori di serramenti, agli addetti alla showroom, ai progettisti ed al personale dell’ufficio tecnico.

 

LA VENTILAZIONE MECCANICA

Secondo il Ministero della Salute, la cattiva qualità dell’aria nelle case rappresenta un importante problema di sanità pubblica. Il rischio è dovuto alle sostanze tossiche prodotte dalle normali attività quotidiane tipo cucinare, pulire, deodorare, fare la doccia o il bagno e soprattutto all’eventuale sviluppo di muffa.
Questi inquinanti, possono provocare seri danni alla salute: nei bambini e negli anziani in modo particolare si assiste ad un maggiore rischio d’irritazioni delle vie respiratorie, iper reattività bronchiale, infezioni e allergie.

Per sensibilizzare la popolazione su questo problema l’OMS nel 2000 ha riconosciuto come diritto inviolabile il poter respirare aria sana e pulita negli ambienti indoor, quali luoghi di lavoro (non industriali) e abitazioni private.
Avere sempre in casa aria pulita é dunque importantissimo e per questa ragione si dovrebbero aprire le finestre varie volte al giorno.

Nella pratica con i vecchi serramenti questa operazione era meno importante perché a causa della loro scarsa tenuta, potevano ricambiare l’aria di tutta la casa circa 3 volte al giorno pur rimanendo chiusi.

I nuovi serramenti invece, hanno una ermeticità molto superiore e quindi possono ricambiare l’aria solo se vengono regolarmente aperti. Questa esigenza cozza però contro il moderno stile di vita, contro la ricerca del massimo confort soprattutto in inverno e soprattutto contro il risparmio energetico: di conseguenza le finestre vengono aperte poco.

Paradossalmente l’installazione dei nuovi serramenti, produce quindi un miglioramento nella efficienza energetica della casa, ma contemporaneamente un peggioramento della qualità dell’aria ed un aumento dell’umidità interna che si evidenzia con la formazione di muffa sulle pareti interne.

Per vivere bene con una buona qualità dell’aria evitando sprechi energetici la soluzione migliore e più moderna è quella di installare un apparecchio che cambia in modo continuo l’aria recuperandone il calore.

Il team PosaClima, dopo alcuni anni di sperimentazione ha messo a punto PureAir, un piccolo elettrodomestico, che ricambia in modo continuo l’aria (30 m3/ora) recuperando tramite uno scambiatore, il calore dell’aria che esce e cedendolo a quella che entra.

Si realizza in questo modo un ricambio perfetto senza spreco energetico poiché consuma solo 10 watt/ora, mentre il recupero di calore è del 75%.
L’apparecchio inoltre è dotato di un sistema di filtraggio dell’aria esterna a 3 stadi, così efficace da impedire l’ingresso in casa di pollini micro polveri e perfino virus e batteri.

PureAir è quindi il miglior sistema per vivere bene nella propria casa, risolvendo i problemi della muffa e risparmiando sui consumi energetici.

Per illustrare questa innovazione tecnologica e per dare delle soluzioni concrete l’Accademia di Formazione per i serramentisti PosaClima ha organizzato l’Aper-informativo su questo tema.

Il corso è rivolto a: rivenditori o produttori di serramenti, addetti alla showroom, personale tecnico delle aziende serramentistiche, progettisti e venditori di finestre in genere, che devono risolvere il problema della muffa o della qualità dell’aria all’interno degli ambienti.

Relatore: Tecnici PosaClima

Specializzati su tutta la fascia prodotti PosaClima

Prossimi eventi

Tipo di corso
Data
Località
Organizzatore
Tipo di evento: Convegni di aggiornamento professionale (4h)
Data: 07/06/2018
Località: Gallarate (VA)
Organizzatore: PosaClima
Accedi oppure Registrati per scaricare il file
Hai dimenticato la password?
Torna su