Sistema PosaClimaSistema RenovaChi siamoRete venditaAziende PartnerGaranziaDownloadContatti

Iscrivendoti all’Area Riservata del nostro sito avrai la possibilità di:

  • scaricare gratuitamente tutta la documentazione;
  • essere sempre aggiornato su promozioni e novità (a seguito di esplicito consenso);
  • potrai partecipare a contest e vincere gadget utili alla tua attività

Registrarsi è semplice e veloce: ti consigliamo, quindi, di procedere subito con la tua registrazione per utilizzare al meglio il nostro sito.

Non appena il tuo account sarà attivato, riceverai una comunicazione tramite mail della corretta registrazione

Accedi oppure Registrati all'Area Riservata
Hai dimenticato la password?

Riqualificazione Lazzari Serramenti

Cronache di Cantiere

E’ possibile parlare di posa qualificata anche quando andiamo a sostituire i vecchi infissi? Spesso quando si cambiano i serramenti in una vecchia abitazione il serramentista pensa erroneamente che non si debba prestare attenzione al montaggio dei serramenti dal momento che “tanto il vano murario ha mille problemi”!
Oggi questo approccio è del tutto obsoleto, soprattutto dopo l’uscita della norma UNI 11673-1 sulla progettazione della posa. L’Appendice B della norma infatti prevede una serie di casi critici per la sostituzione di infissi, e PosaClima ha da tempo studiato le soluzioni conformi all’Appendice B della norma UNI 11673-1.
Non ci credete?
Allora leggete la cronaca di cantiere scritta da Simone Lazzari della Lazzari Serramenti di Cairo Montenotte (SV), azienda Partner PosaClima per la Liguria!

Prima di addentrarvi in questa interessante lettura vogliamo brevemente presentarvi la sua azienda: nasce nel 1977 come ditta individuale e nel 1992 con l’entrata in società di Simone ed il fratello è diventata la Lazzari Serramenti S.n.c.


La ditta è provvista di un’officina per la produzione dei serramenti in alluminio con centro di lavoro e troncatrici a controllo numerico collegate in rete per la gestione delle commesse, un reparto interno dedicato alla piccola carpenteria e alla costruzione di controtelai Klima Pro e Teknoframe Plus. Oltre alla parte produttiva è presente anche una showroom dove accogliere il cliente e dove far toccare con mano la qualità dei loro prodotti.

Simone ci racconta che è venuto a conoscenza di PosaClima alcuni anni fa in un Meeting organizzato a Mondovì (CN). Dopo quell’incontro qualcosa è cambiato ed ha capito l’importanza della posa qualificata: da quel giorno ha partecipato ai corsi di posa PosaClima, e ogni anno partecipa ad almeno un evento formativo di aggiornamento. Tutti i posatori in azienda hanno frequentato il corso di posa ottenendo l’attestato di Esperti Posatori PosaClima.

Nelle nuove costruzioni ormai Lazzari ha acquisito una buona esperienza di montaggio col sistema PosaClima. Il mercato maggiore però è quello della ristrutturazione, dove sono riusciti a distinguersi anche grazie alla posa con i nastri 3E, BG1 e Vitoseal. Ogni tanto capita che si debba fare una posa in sovrapposizione, ma viene sempre proposto al cliente la riduzione del vecchio telaio con Framecut che migliora di molto le prestazioni e l’estettica del serramento.
Lo stesso vale per la coibentazione dei vecchi cassonetti con il sistema PosaClima Renova, che oramai è all’ordine del giorno.

Ringraziamo la Lazzari Serramenti per questo approfondimento e passiamo al contenuto principale di questo articolo: la cronaca dal cantiere raccontata proprio da Simone Lazzari!


Cronaca di una riqualificazione del foro finestra con il sistema PosaClima


Inizio subito col dire che non è stata un’operazione veloce, 5 finestre e una porta finestra in 2,5 giorni lavorativi … (e vi assicuro non me la sono presa comoda)…
Il Cliente era molto esigente e io non volevo fare brutta figura anche perché andava a sostituire i serramenti in alluminio posati solo sette anni fa in sovrapposizione. 

 

Tutti serramenti erano larghi 1120 X H. 1600 con fascette da 80 mm per lato per nascondere i vecchi telai in legno esistenti.



Dopo il primo sopralluogo per il preventivo il cliente mi dice chiaramente di non gradire tutto quel bordo di alluminio intorno alle finestre attuali e di avere grossi problemi di infiltrazioni d’acqua e di acustica. 
Rilevo tutte le misure del caso e arrivato in ufficio mi metto a disegnare i vari nodi di posa da proporgli.




Quando consegno il preventivo al cliente metto subito le mani avanti spiegando che l’intervento non sarà semplice anzi sarà abbastanza invasivo e anche se useremo macchine da taglio con aspiratori un po’ di polvere si farà. Il cliente accetta la nostra soluzione e ci conforta dicendo che nessuno gli ha fatto una proposta simile e che il risultato finale è proprio quello che vorrebbe raggiungere.
Ci conferma quindi il preventivo.
In fase esecutiva per ridurre al minimo il rischio di polvere abbiamo preso tutte le precauzioni del
La prudenza non è mai troppa… anche se le macchine PosaClima sono aspirate meglio prevedere anche un nylon di protezione!
caso fasciando ogni cosa e creando una sorta di barriera perimetrale intorno ad ogni serramento con nylon applicati da soffitto a terra.

Dopo aver smontato le vecchie finestre in alluminio (che erano state sigillante esternamente con del silicone che nel frattempo si era staccato in più punti dal serramento) è venuto il momento di iniziare: monto una lama nuova per legno/metallo sul Framecut e mi preparo a tagliare i 50 mm per tutto il perimetro dei vecchi telai in legno.


Purtroppo il legno è molto duro e non mi permette di fare il taglio in una passata sola, è stato necessario tagliarlo in due volte.
Come al solito, dopo averci preso la mano siamo andati abbastanza veloci e il lavoro è venuto molto bello e preciso.
Finito il taglio con la macchina rifinisco gli angoli con il seghetto orizzontale vibrante.



Dopo aver terminato il taglio e rimosso il vecchio telaio abbiamo visto che tra il telaio ed il muro era presente una fessura di circa di 10 mm che abbiamo sigillato utilizzando la schiuma viscoelastica PosaClima. E’ un prodotto che usiamo da quando abbiamo frequentato il primo corso PosaClima, 3 anni fa, e da subito ci siamo trovati benissimo perché risolveva tutti i guai che avevamo nel montaggio di infissi con le schiume tradizionali.



Preparata la sede per il nuovo serramento fissiamo degli angolari perimetrali esterni con i tasselli direttamente alla spallina nella posizione calcolata.
Questo intervento risponde a quanto richiesto dalla nuova norma UNI 11673 sulla posa in opera che suggerisce di creare sempre una battuta di appoggio per il nuovo serramento in modo da migliorare le prestazioni termiche ed acustiche, obiettivo che aveva espressamente richiesto anche il cliente.
Sulla battuta così creata prima di istallare il serramento abbiamo messo il nastro PosaClima BG1 15 3//7.
Il risultato estetico diventa molto bello e la prestazione di tenuta non solo è molto performante ma anche garantita 10 anni da PosaClima.



Prima di inserire il serramento mancano ancora due operazioni: stendere il nastro in schiuma di PVC PosaClima Vitoseal sulla soglia in prossimità della giunta tra i due marmi e mettere il nastro PosaClima 3E 25 6/15 sui tre lati del serramento.
Terminate queste operazioni, inserisco il serramento nel vano che ho preparato e lo fisso al muro utilizzando le Turboviti PosaClima.



Il risultato finale è molto bello e, come era prevedibile, il cliente è rimasto molto soddisfatto.





Progettista dei nodi di posa ed esecutore del lavoro in cantiere
Simone Lazzari
Posatore Esperto PosaClima e Tecnico per la Riqualificazione del Foro Finestra

Azienda fornitrice dei serramenti
Lazzari Serramenti S.n.c – Costruzione Serramenti in Alluminio
Strada Ville 48/A – 17014 Cairo Montenotte (Sv)
Tel. +39 019 500.103 – Mail: info@lazzariserramenti.itwww.lazzariserramenti.it

Accedi oppure Registrati per scaricare il file
Hai dimenticato la password?
Torna su