Sistema PosaClimaSistema RenovaChi siamoRete venditaAziende PartnerGaranziaDownloadContatti

Iscrivendoti all’Area Riservata del nostro sito avrai la possibilità di:

  • scaricare gratuitamente tutta la documentazione;
  • essere sempre aggiornato su promozioni e novità (a seguito di esplicito consenso);
  • potrai partecipare a contest e vincere gadget utili alla tua attività

Registrarsi è semplice e veloce: ti consigliamo, quindi, di procedere subito con la tua registrazione per utilizzare al meglio il nostro sito.

Non appena il tuo account sarà attivato, riceverai una comunicazione tramite mail della corretta registrazione

Accedi oppure Registrati all'Area Riservata
Hai dimenticato la password?

Decreto 106-2017

Attualità

RIUSCIRA’ IL DECRETO 106-2017 A FAR RISPETTARE LE REGOLE DI PRODOTTO NEL MERCATO DEL SERRAMENTO?

Da qualche mese è in vigore il decreto legge 106-2017, ovvero un decreto emanato con l’obiettivo di armonizzare le norme nazionali sui prodotti da costruzione alle disposizioni del regolamento UE nr.305/2011. Questo decreto impone le condizioni per l’immissione dei prodotti sul mercato, le regole per la dichiarazione di prestazione-DoP e le istruzioni e informazioni sulla sicurezza dei prodotti. Il decreto riguarda tutti i prodotti da costruzione e ovviamente anche i serramenti.
Perché è importante? Semplicemente perché dopo due lustri dall’uscita della norma di prodotto sui serramenti (UNI 14351), lo Stato ha finalmente stabilito le sanzioni per chi non rispetta le regole imposte dalla norma di prodotto e dai successivi decreti. Tutti vengono coinvolti, da fabbricanti, costruttori, direttori lavori, collaudatori e direttori dell’esecuzione nonché i progettisti che prescrivono prodotti non conformi.
Il decreto al capo quinto, art. 17, stabilisce anche chi saranno gli organismi di vigilanza sul mercato, e conferisce tra gli altri anche alla Guardia di Finanza questo compito. Tutto il settore serramenti si augura che queste verifiche possano partire il prima possibile, a tutela di tutti quegli operatori (la stragrande maggioranza) che da tempo opera in conformità da quanto richiesto dalle norme di prodotto.
Per il 2018 PosaClima ha in programma una serie di convegni informativi su questo specifico tema in collaborazione con Unicedil, associazione leader in Italia sulle tematiche della marcatura CE con oltre 300 aziende serramentistiche associate. Prima di parlare di posa qualificata vogliamo che tutti siano informati in primis sugli obblighi normativi relativi ai prodotti che si vanno ad installare! Vi aspettiamo ai nostri aper-informativi 2018.: troverete a breve tutte le date nella sezione “Corsi e Convegni” del nostro sito!
Intanto vi lasciamo in anteprima un breve riassunto delle sanzioni previste dal decreto per quanto riguarda i serramenti:

  • Chi viola gli obblighi di dichiarazione di prestazione e marcatura CE è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 24.000 euro;
  • Colui che redige la Dichiarazione di Prestazione non rispettando le prescrizioni ivi previste è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 10.000 euro;
  • Quando viene fornita la Dichiarazione di Prestazione violando le prescrizioni di cui all’articolo 7 del regolamento (UE) n. 305/2011 e di cui all’articolo 6, comma 3, del presente decreto è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 4.000 euro;
    Quando vengono violati i principi generali e le disposizioni relative all’uso della Marcatura CE è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 24.000 euro;
  • Per chi dovesse invece violare le regole e le condizioni previste dall’articolo 9 del regolamento (UE) n. 305/2011 per l’apposizione della Marcatura CE è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 24.000 euro;
  • Il costruttore, il direttore dei lavori, il direttore dell’esecuzione o il collaudatore che, nell’ambito delle specifiche competenze, utilizzi prodotti non conformi agli articoli 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10 del regolamento (UE) n. 305/2011 e all’articolo 5, comma 5, del presente decreto è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 24.000 euro;
  • Il progettista dell’opera che prescrive prodotti non conformi a quanto previsto dall’articolo 5, comma 5, del presente decreto o in violazione di una delle disposizioni in materia di Dichiarazione di Prestazione e Marcatura CE di cui agli articoli 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10 del regolamento (UE) n. 305/2011 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 euro a 12.000 euro;

Un ringraziamento ad UNICEDIL, “ASSOCIAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE DELLA CARPENTERIA METALLICA E DEI SERRAMENTI” che ci tiene aggiornati con notizie di settore.

Accedi oppure Registrati per scaricare il file
Hai dimenticato la password?
Torna su